LEGGE FINANZIARIA

L’iter della legge finanziaria è quasi alla fine, visto che ha già superato la prova nella Commissione competente della Camera e questa settimana verrà approvata con il voto di fiducia anche in Assemblea. Paragonando il testo iniziale del Governo e quello attuale possiamo dire che la legge ha subito parecchie modifiche ed implementazioni durante le due letture al Senato e alla Camera; va considerato, che si tratta dell’ultima manovra finanziaria in questa legislatura e quindi tutti i gruppi politici hanno cercato di inserirci delle proposte qualificanti rispetto al proprio punto di vista. Ci sono stati poi parecchi emendamenti da parte dei singoli parlamentari, che riguardano soprattutto questioni locali. Anche io ho presentato alcuni emendamenti su temi relativi alla città di Trieste e alla regione FVG, mentre non avevo temi specifici della comunità slovena da seguire. Sono molto soddisfatta perché è stato accolto un mio emendamento che concede all’OGS un contributo di 12 milioni di euro per l’acquisto della nave per la ricerca. Penso di poter dire che in questi anni noi - parlamentari del PD - abbiamo costantemente supportato la ricerca triestina. Vorrei qui di seguito elencare almeno gli aspetti più importanti della legge finanziaria: interventi a favore delle famiglie ed il rifinanziamento del bonus bebè,  agevolazioni per l’occupazione dei giovani, normativa più rigida per il lavoro precario, ulteriori contributi per le zone colpite dal terremoto, aiuto speciale per le donne e i loro figli vittime di violenza, interventi per limitare le conseguenze negative della riforma Fornero, varie forme di detrazioni fiscali, aiuto alle imprese ecc.  È difficile elencare tutti gli interventi positivi della manovra, che sono il frutto anche della lenta ripresa economica del Paese. Proprio per questo – come scritto nel secondo comma della legge finanziaria – non sono previsti aumenti delle aliquote IVA.

attività: