VARIE INIZIATIVE E MANIFESTAZIONI

Lo scorso fine settimana si è svolta a Gorizia e poi a Trieste la seconda conferenza regionale sulla minoranza slovena, come previsto dalla legge regionale n. 26 del 2007. Le tematiche scelte per la discussione sono state ampiamente condivise; molto utile è stato il lavoro preparatorio svolto dall’Istituto sloveno di ricerche, che ha presentato le linee guida dalle quali partire. Nelle relazioni iniziali infatti c'erano parecchi spunti interessanti, grazie ai quali si è sviluppato il dibattito, sia nei singoli gruppi di lavoro, come anche nell’assemblea plenaria. A me sembra però che, tranne qualche eccezione, non sia stata colta dai partecipanti questa opportunità, per fare delle proposte concrete ed innovative in merito ai futuri assetti delle nostre organizzazioni e più in generale in merito alla rappresentanza della comunità slovena. Comunque i documenti finali dei singoli gruppi di lavoro contengono qualche proposta utile: sembra fattibile ad esempio apportare in tempi brevi le necessarie modifiche all’attuale legislazione regionale ed inoltre sistemare in maniera adeguata la struttura organizzativa della regione per quanto riguarda il servizio sulle minoranze linguistiche.  Alcune proposte invece saranno difficili da realizzare, visto che non sono in sintonia con le norme vigenti e soprattutto con le attuali possibilità finanziarie e occupazionali dell’amministrazione pubblica. Rimane poi aperto il tema relativo alla rappresentanza della minoranza slovena. Alla conferenza si è parlato soprattutto della società civile e delle organizzazioni slovene; le soluzioni proposte però non sono state approfondite abbastanza. Sarebbe perciò opportuno che l’Istituto sloveno di ricerche continui con il lavoro iniziato per la conferenza, approfondendo ulteriormente tale problematica.

In queste ultime settimane ho avuto diversi incontri e ho partecipato ad alcune iniziative. Vorrei menzionare gli incontri con la direzione dell'Area di ricerca di Padriciano, con la presidente dell’OGS, con il Segretario di Stato al Ministero per gli affari esteri della Repubblica di Slovenia Mirošič. Ho partecipato poi all’apertura dell’anno accademico delle Università di Udine e di Trieste e alla presentazione dell’ESOF 2020 -  Trieste capitale della scienza a Roma. Ho portato inoltre un breve saluto al convegnopubblico sul possibile riutilizzo del Narodni dom di via Filzi e all’edizione 2017 del Premio Internazionale Storico-Letteraio Auersperg, conferito allo scrittore sloveno Alojz Rebula.

attività: