NEWSLETTER 053

 

27 aprile 2017

 

Carissimi,

domenica 30 aprile si svolgeranno le primarie per scegliere il nuovo segretario del Partito Democratico. In lizza ci sono tre candidati: il segretario uscente Matteo Renzi, il presidente della regione Puglia Michele Emiliano ed il ministro della giustizia Andrea Orlando. La data per questo importante appuntamento non è certo favorevole all'affluenza, visto che coincide con un weekend più lungo, che tanti utilizzeranno per una breve vacanza. Ma è la diretta conseguenza della fretta con cui Renzi ha voluto chiudere questo congresso, senza dare spazio ad un dibattito vero e ad un confronto sui contenuti, l'identità ed i programmi del PD. E forse anche con il pensiero rivolto alle elezioni anticipate. Questa campagna non ha destato entusiasmo e interesse, né tra gli iscritti e nemmeno nell'opinione pubblica. Diamo l'impressione ancora sempre di occuparci di noi stessi e non dei cittadini e dei tanti problemi che li attanagliano, in particolare per quanto riguarda i gruppi più deboli vulnerabili.

Personalmente sostengo la candidatura di Orlando e vi invito a fare altrettanto. Il mio invito è rivolto in particolare ai tanti delusi che in questi anni si sono allontanati dal partito e dalla politica. E poi a quanti hanno creduto nella nascita PD che rappresentava con i suoi valori ed i suoi programmi una vera forza   riformatrice di sinistra.  Penso che Orlando possa riportarci a quel partito; nel suo documento congressuale sottolinea proprio la necessità di ricostruire l'alleanza di centrosinistra e l'impegno per porre fine alle tante diseguaglianze nella società odierna. Renzi non ha finora chiarito a quali alleanze intende rivolgersi, e non è chiaro nemmeno sulla nuova legge elettorale.  E poi apprezzo in Orlando la sua pacatezza, la capacità dell'ascolto, del lavoro in squadra e la sua sensibilità. Tutto ciò che invece non trovo in Renzi, che ha guidato il PD con una certa arroganza e autosufficienza.

Visto che nonostante tutto credo ancora nel PD e nel suo ruolo per rafforzare la partecipazione e la democrazia, nonché come unico partito in grado di governare in questi tempi difficili  il Paese nel cammino verso il necessario cambiamento, anche per quanto riguarda l'Unione europea, vi invito a recarvi ai seggi e dare il vostro voto al Andrea Orlando.

GRAZIE!

Tamara Blažina

Italiano